DECRETO DEL FARE

mercoledì, giugno 19th, 2013 @ 7:29PM

Ada Urbani:

“Bene il decreto del fare.

Adesso bloccare IMU e IVA”

Gli 80 punti del “decreto del fare” appena licenziato dal Governo, sono la prova che l’unica alternativa politica allo stallo creatosi dopo le elezioni era il governo delle larghe intese”. Inizia così il commento di Ada Urbani sul primo provvedimento di peso varato dal Governo letta.

La situazione del Paese è grave ed erano necessarie soluzioni di governo che potessero garantire un’ampia maggioranza che sapesse rappresentare e sintetizzare il meglio di ogni programma elettorale - continua Ada Urbani – Il Pdl aveva da subito indicato la strada di una coalizione che pur mettendo insieme forze di ispirazione politica diversa, si assumesse la responsabilità di fare le cose necessarie per risollevare il Paese dalle difficoltà in cui si trova. E proprio il primo atto concreto del Governo Letta è la prova di questa capacità di sintesi e recepisce anche  molte delle proposte che il Pdl fece in campagna elettorale.

E’ un buon inizio, – conclude la Urbani – adesso ci aspettiamo che anche su Imu e Iva il Governo dimostri altrettanta concretezza e ascolti le ragioni che vengono avanzate anche da molte parti della sinistra, oltre che da tanti cittadini:  la prima casa deve venire considerata come un bene da tutelare e non un privilegio da tassare, mentre l’eventuale aumento dell’Iva deve venire percepito come un sicuro fattore di ulteriore contenimento dei consumi, con scarsi o nulli vantaggi per l’erario. (Ricordiamo, quello che fu l’effetto scaturito dall’aumento dell’accisa sulla benzina: due milioni di euro coperti con la spending review)”.

Posted by
Categories: Comunicati Stampa

Comments are closed.