Sicurezza sul lavoro: segno di civiltà e risorsa per tutti

mercoledì, giugno 27th, 2012 @ 12:25PM

La giornata di studio sugli infortuni sul lavoro, svolta a Roma, presente il Presidente della Repubblica, alla quale sono intervenuta come capogruppo del PdL, è stata per me l’occasione per ribadire che la sicurezza nel lavoro si ottiene anzitutto con una grande azione culturale che porti ad un cambiamento di mentalità tra chi intraprende e lavora.
A poco servono le norme, se non vengono rispettate o se diventano meri oneri burocratici: quello che occorre è una profonda modifica di consuetudini e prassi potenzialmente pericolose e che continuano, malgrado leggi e controlli. Questi ultimi, poi, hanno un senso se non servono solo a somministrare multe, ma anche a indurre al rispetto delle regole. Ecco allora l’importanza della formazione e delle azioni di sensibilizzazione. Ecco perché, in Commissione e in Parlamento, continuo a proporre il massimo coinvolgimento di tutti i soggetti socio-istituzionali.
All’Anmil, presente alla giornata di studio, ho assicurato la mia adesione alla prima marcia nazionale di Assisi sulla sicurezza sui luoghi lavoro.
Ho concluso ribadendo la completa adesione del PdL alla proposta di revisione costituzionale presentata dalla Commissione d’inchiesta per la centralizzazione della materia a livello statale, perché non è possibile che le competenze sulla sicurezza restino frammentate tra organi centrali, Regioni ed enti locali al punto che le discrepanze tra controlli, sanzioni e incentivi da regione e regione siano così notevoli.

*Senatore PdL

Membro della Commissione d’inchiesta sugli infortuni sul lavoro e le morti bianche 

Posted by
Categories: Comunicati Stampa

No comments yet. Be the first!

You must be logged in to post a comment.