Saluto di commiato del Senatore Urbani dal Consiglio Regionale

mercoledì, giugno 4th, 2008 @ 9:46AM

 Il commiato di Ada Urbani al Consiglio regionale del 3 giugno 2008

Signor Presidente, colleghi Consiglieri,

questa seduta del Consiglio regionale dell’Umbria, per quanto riguarda il mio mandato, è l’ultima.

Si chiude una fase di impegno e di lavoro, non di appartenenza e di rappresentanza politica.

Sento l’obbligo di salutare e ringraziare tutti i colleghi, in specie coloro con i quali ho lavorato più a diretto contatto,  a cominciare dall’Ufficio di Presidenza di cui ho avuto l’onore di fare parte.

Non è tempo di bilanci, perché questi si fanno alla fine di una carriera.

È tempo, tuttavia di riaffermare i valori che mi hanno portato, con il consenso di migliaia di elettori ogni volta, a rappresentare una parte importante dell’elettorato umbro in questa assemblea.

Il pensiero corre qui alle tante tematiche che ho seguito e soprattutto al valore che è insito nella strutturazione regionale della nostra Repubblica. Con gli anni sempre più gravosi sono stati gli argomenti che in questa sede, via via, abbiamo affrontato.

La Regione è diventato primariamente ‘Ente a cui i cittadini si riferiscono per reclamare sviluppo sociale ed economico, ma anche quello dove parole come partecipazione e democrazia sostanziale, assumono un significato pregnante.

Mi auguro che questo Parlamento, che è quello più vicino alla gente, specie in una realtà piccola come l’Umbria, possa essere sempre più degno delle tradizioni e delle radici culturali del nostro popolo.

Con le recenti consultazioni politiche sono stata chiamata a svolgere il mio mandato nel Senato della Repubblica.

L’orizzonte entro cui mi dovrò muovere è più ampio, gli interessi sono quelli generali della Nazione e dell’Unione europea di cui siamo parte, ma resto fedele ai valori del cristianesimo sociale che mi hanno sempre spinta a ricercare il bene comune, senza dimenticare chi siamo e da dove veniamo.

Auspico, alla luce della nuova connotazione dei rapporti tra le forze politiche a livello nazionale, che anche la Regione Umbria sappia realizzare, tra maggioranza e opposizione, quella rete di rapporti corretti e, di reciproca stima, che è la base per costruire un futuro di prosperità e sviluppo per la nostra gente.

 

Signor Presidente, colleghi consiglieri, nell’augurare a ciascuno di continuare un buon lavoro,  voglio confidare che i rapporti di collaborazione costruiti sul piano personale e politico con tanti di voi,  possano evolversi in questa nuova fase politica che sono stata chiamata ad interpretare, a vantaggio di tutta la Nazione e, permettetemi, della nostra piccola, ma insieme grande Umbria, in particolare.

 

Concludo augurando buon lavoro all’amico Armando Fronduti che assumerà il ruolo di Consigliere regionale che io,con le mie dimissioni, lascio vacante nella certezza che con l’impegno, l’onestà e la solerzia che lo contraddistinguono, saprà contribuire al lavoro che il gruppo , in questa legislatura abilmente e valentemente guidato da Fiammetta Modena ,ha portato avanti nell’esclusivo perseguimento dell’interesso generale della società regionale. Espressioni augurali che estendo anche all’altro consigliere regionale di Forza Italia-Popolo della libertà , anche lui approdato a questa Assise, Alfredo     Santi .

Desidero infine ringraziare tutto il personale dipendente e collaborante  di questa assemblea  con il quale ,in tutti questi anni, ho serenamente collaborato  .

E’ anche grazie alla loro disponibilità e validità  che porto in Senato il ricordo di tanti anni di politica regionale piena di molti, piccoli forse, risultati che hanno sollecitato in me il senso del dovere di servire in politica che mi ha, prima , spinto a partecipare,  poi a proseguire.

 

Grazie per l’attenzione.

 

 

 

 

Posted by
Categories: Relazioni

No comments yet. Be the first!

You must be logged in to post a comment.