EMERGENZA ZINGARI IN UMBRIA: PREVENIRE IL RAZZISMO

martedì, maggio 20th, 2008 @ 11:47AM

 Mentre il Governo si sta impegnando in una politica della sicurezza severa, ma giusta, cercando di restituire a tutti i cittadini onesti le proprie città e la tranquillità che consenta di vivere liberi e senza paura, in Umbria viene lanciato l’allarme per una possibile “migrazione” di migliaia di nomadi verso la nostra regione. Costoro  – denuncia il sindaco di Perugia – potrebbero venire dalla capitale: 30 mila rom, dopo le reazioni irrazionali e ingiuste quanto si vuole, ma ampiamente comprensibili, da parte dei cittadini romani esasperati da migliaia di crimini piccoli e grandi impuniti, stanno lasciando le loro aree e disperdendosi nelle realtà vicine.

Premesso che nessuno ha intenzione di criminalizzare una intera etnia, ma criminali sono i singoli che da criminali si comportano e che solo questi debbono pagare per le nefandezze che compiono, è senza dubbio necessario che tutte le forze politiche si attrezzino per affrontare quella che potrebbe diventare una vera emergenza sociale e dell’ordine pubblico.

A settembre dello scorso anno il nuovo regolamento di polizia urbana del Comune di Perugia, in particolare l’art. 7, vietava qualsiasi attendamento “fuori dalle aree appositamente attrezzate eventualmente predisposte”. Questo divieto apparente, in realtà, letto in controluce, faceva presagire la creazione di aree per nomadi. Allora furono giudicate da qualcuno “polveriere” pericolose. Oggi che l’emergenza sta arrivando non si è costruita alcuna politica condivisa, né nel senso della creazione di aree di sosta, né nel senso di un controllo del territorio da accampamenti abusivi così da non mettere a rischio la nostra regione.

Chiedo che a livello regionale venga attuata una politica rigorosa perché in ogni comune si vigili su chi arriva e che si costruiscano sinergie con polizia e carabinieri per dare efficacia alle azioni di contrasto che il Governo sta attuando. Senza questa collaborazione, senza il rispetto delle nuove regole che il Governo sta emanando, saremo tutti in difficoltà, a cominciare dai rom onesti che torneranno inevitabilmente a subire gli attentati criminali di gente esasperata, come successo in varie parti del Paese: una situazione che nessuno vuol creare, ma che tutti dovremmo cercare di non far accadere.

 

Posted by
Categories: Comunicati Stampa

No comments yet. Be the first!

You must be logged in to post a comment.